Desartica
italian | english | franch | spanish

     

Desartica

RICERCA IL TUO VIAGGIO

ISRAELE & GIORDANIA 4X4 - AGLI ALBORI DELLA STORIA

Vota questo articolo
(1 Vota)

ISRAELE & GIORDANIA
viaggio Fuoristrada 4x4
dal 23/12/2017
al 06/01/2018

ISTRUZIONI PER PRENOTARE

Non il solito tour, ma un'esperienza indimenticabile!! Una perfetta combinazione di guida fuoristrada & cultura, attraversando deserti, montagne e villaggi, in un perfetto mix di siti storici.

Un vero e proprio ritorno alle origini della nostra storia.

Abbiamo quindi previsto le visite ai luoghi più importanti dei due Paesi, privilegiando il punto di vista storico, archeologico, religioso, naturalistico. Naturalmente sempre a bordo dei nostri 4x4 per un’emozione da vivere giorno per giorno.

Scrivendo il programma ci siamo resi conto che stiamo parlando di luoghi che hanno segnato la nostra Storia, e non pochi sono i brividi che ci sono venuti a scrivere della Galilea, del Fiume Giordano, di Gerusalemme con il Muro del Pianto, di Petra, del Wadi Rum.

IL TRASFERIMENTO MEZZI:

Imbarcheremo le nostre auto a Monfalcone (GO) e dopo 4 gg di navigazione arriveremo al Porto di Haifa. Potremo scegliere se fare questa “crociera” oppure se mandare le auto da sole e arrivare successivamente in aereo.

Un incaricato dell’Organizzazione viaggerà comunque a bordo e supervisionerà tutte le operazioni di carico e scarico dei veicoli.

 

ATTENZIONE!

Vista la particolarità del viaggio si rende necessaria confermare la propria partecipazione come segue:

  • quanto prima dovrà essere inviata una email con la manifestazione di interesse al viaggio, indicando il tipo di veicolo e quante persone
  • entro il 30 settembre dovranno essere inviati i dati definitivi che saranno richiesti e l’acconto
  • le iscrizioni si chiuderanno al raggiungimento di un numero massimo di partecipanti e si terrà conto della data di preiscrizione.

  

I PRINCIPALI NUMERI DEL VIAGGIO:

KM TOTALI: 2.000 ca – da Haifa e ritorno

NOTTI IN HOTEL/CAMPEGGI: 3 hotel – 2 o 3 campeggi

AUTONOMIA RICHIESTA: serbatoi di serie + 1 tanica

IL PROGRAMMA:

23 dicembre: Ci recheremo al Porto di Haifa a ritirare le nostre auto e a incontrare chi avrà voluto farsi la traversata via mare. Punteremo nord, per una bella escursione nella Valle di Hula. Situata in Alta Galilea fra le Alture del Golan a est, il monte Hermon a nord, i monti di Naftali a ovest e il Mare di Galilea (lago di Tiberiade) a sud, è attraversata dal fiume Giordano. Fino agli anni Cinquanta, le paludi regnavano sovrane intorno al lago di Hula; un grande lavoro di madre natura ha reso poi il terreno reso coltivabile e abitabile. Prima notte in campeggio affacciato sul mare di Galilea.

24 dicembre: Partiremo di buon’ora in direzione delle Alture del Golan, un altopiano che si alza sopra il lago della Galilea e che si estende dalla punta sud del lago fino alla punta nord d'Israele. Torri tonde di basalto da cui sorgono decine di coni vulcanici spenti caratterizzeranno il nostro panorama. Non perderemo certo anche l’occasione di trovare il modo di degustare l’ottimo vino (Vini delle Alture del Golan) che viene prodotto in questa zona. Vedremo anche le rovine degli insediamenti ebraici risalenti al 2°- 3° secolo, fra cui le rovine restaurate di Katsrin, vicino alla nuova città, capoluogo del Golan, che prende lo stesso nome.

Katsrin - Villaggio talmudico:

Gli insediamenti giudaici nel Golan si svilupparono a partire del periodo talmudico fino al primo periodo islamico, dal IV al VIII secolo d.C. Anche il villaggio di Katsrin – uno dei 27 insediamenti giudaici del Golan – si sviluppò in questo periodo. Secondo la stima fatta in base ai reperti archeologici, Katsrin aveva 75 case per 300 abitanti. Nel villaggio spicca la sinagoga, edificio a tre navate con bema “podio” e decorazioni.

Museo:

Sono stati fino ad oggi identificati 25 villaggi nel Golan risalenti al periodo del Calcolitico. Essi furono costruiti nei pressi dei fiumi e delle sorgenti. Gli abitanti vivevano di agricoltura e allevamento di bestiame. I villaggi non erano fortificati e le case erano costruite in pietra di basalto. Le sculture a forma di colonna ritrovate nelle case sono uniche e caratteristiche. Esse sono state prodotte in modo da avere tratti facciali accentuati. Il naso di foggia particolare ed unica, è simbolo della fertilità.

Golan:

Nell’AT il Golan corrisponde in parte alla terra di Geshur e in parte a quella di Basan, con il re Og ultimo superstite dei Refaim e sconfitto da Mosè (Num 21,32-35; Dt 3,1-8; Sal 134,11; 135,20). Golan-Basan ricorre anche nella storia di Davide che sconfisse la coalizione di stati regionali composti da Zobath, Maaka, Aram (2Sam 8,3-6), quando probabilmente Davide si alleò con il piccolo stato arameo di Geshur mediante matrimonio con una principessa geshurita da cui nacque Assalonne. (testo STUDIUM BIBLICUM FRANCISCANUM – SBF)

Nella zona troveremo anche dolmen preistorici, strutture megalitiche che rappresentano un mistero che affonda nella notte dei tempi.

Qui si trovano anche spettacolari formazioni geologiche nel basalto con caverne sotterranee dove spesso troviamo acqua, con curiose pareti esaedriche.

E sentieri per facili escursioni a piedi in scenari selvatici, con cascate in mezzo alla vegetazione con scorci che levano il fiato. Qui sorge una delle tre fonti del fiume Giordano, Hermon, che sgorga da una grotta vicino alle rovine d'una antichissima città ellenistica, dove nel più remoto passato la popolazione professava il culto del dio Pan-Paunus (in Latino). È qui che S. Pietro indicò la “Rocca su la cui edificherò la mia Chiesa”.

Posto strategico per molti secoli, situato sulla via che collegava il Mar Mediterraneo col deserto Siriano. Fino al giugno 1967 (dal 1945) era sotto il regime Siriano, e dopo la “Guerra dei 6 giorni” (1967) fu annesso da Israele. Si può ancora vedere il sistema delle linee di difesa Siriane, con trincee e bunker.  Bivacco nel bosco.

25 dicembre: Arriveremo oggi a Gerusalemme con un percorso misto on & off road. Un Natale così potrebbe essere difficilmente più in tema! Tour della città vecchia partendo dal Monte degli Ulivi (panoramica della città). Passeggiata fino alla Città Vecchia e il Monte Sion. Successivamente visita della Via Dolorosa, la via che vide Gesù dirigersi verso il Calvario caricato della croce del suo supplizio. Poi visiteremo il Muro del Pianto, il monumento più sacro per l'ebraismo, così denominato dagli europei al Muro occidentale, unico resto del tempio di Gerusalemme, costruito nel 10° sec. a.C., successivamente ricostruito da Erode nel 19 a.C. e distrutto nel 70 d.C. dai romani. Cena libera e pernottamento in Hotel.

26 dicembre: Dopo colazione punteremo il Deserto di Giuda, decisamente arido e quasi disabitato, situato tra Gerusalemme e il Giordano e il Mar Morto. Servì innanzitutto come rifugio durante i 40 giorni a Gesù, e poi nei secoli successivi a profeti, monaci e antichi Re d'Israele. Il panorama del Mar Morto ci farà da sfondo per uno spettacolare bivacco sotto le stelle.

27 dicembre: La prima mattinata ci vedrà protagonista a Massada, una isolata collina, patrimonio UNESCO. Potremo scegliere se salire a piedi con una buona camminata di un’oretta sul “sentiero del serpente” o in qualche minuto con la funivia. Erode, re di Giudea, la fece costruire come baluardo regale di riparo per i combattenti ebrei schierati contro l'esercito romano. Il suicidio dei ribelli trincerati nelle sue mura come alternativa al venire catturati dai romani è diventato un simbolo dell’identità culturale ebraica. Ennesimo emozionante viaggio nel tempo alla scoperta di questo sito, nella storia dei luoghi e le condizioni di vita delle 900 persone che vivevano in perfetta autarchia. Proseguiremo in off-road verso il Mar Morto. Bivacco sotto le stelle.

28 dicembre: Punteremo oggi il Deserto del Neghev, montuoso con alture di 1000 mt. Qui si trova il cratere di Ramon il più grande dei tre nella zona, lungo circa 40 km, largo tra i 2 e i 10 km e profondo 500 metri, praticamente uno dei più grandi al mondo. Visto dall’alto ha la forma di un cuore leggermente allungato. Entreremo con i nostri 4x4 in questa area che ci ricorda le foto di Marte. Che le abbiano scattate qui?? Passeremo anche dai resti di antichi agglomerati lungo l'antica “via delle spezie”, percorsa da innumerevoli carovane di mercanti arabi, i Nabatei per il commercio di spezie fra l'Oriente e Occidente, sotto il regno dell’Impero Romano. Il percorso partiva dal deserto Arabo con la capitale dei Nabatei, Petra, e da lì proseguiva nel Neghev in cui impiegava altre sei città fino all'ultima tappa – il porto di Gaza. Ennesimo bivacco spettacolare sotto le stelle nel deserto.

29 dicembre: Dopo la solita, meravigliosa colazione Desartica, proseguiremo il nostro percorso off-road e raggiungeremo le sponde del Mar Rosso nei pressi di Eilat. Se arriviamo presto un po’ di relax sulla spiaggia. Domattina entreremo in Giordania. Pernottamento in Hotel/Campeggio.

30 dicembre: Entreremo in Giordania, ad Aqaba. Chi non ricorda Thomas Edward Lawrence, noto anche come Lawrence d'Arabia, che conquistò la città nella famosa “battaglia di Aqaba”, durante la prima Guerra Mondiale, conquistandola dai turchi-ottomani, alleati all’epoca con le Potenze Centrali. Il deserto con montagne di arenaria e dune saranno lo scenario del nostro bivacco sotto le stelle.

31 dicembre: Iniziano le giornate dedicate ai due deserti più belli della Giordania. Il Disi Desert, meno conosciuto del ben più famoso Wadi Rum è ricco di testimonianze storiche: sono circa ottomila le incisioni rupestri scoperte e gli Archeologhi stimano essere un terzo di quelle esistenti, ancora non scoperte. Uno di questi, l’italiano Edoardo Borzatti, ha scoperto quella che viene descritta come la più antica mappa del mondo, nella zona di Jabal Amud, risalente a un periodo che va dai 3000 ai 3500 anni A.C. La pietra, definita “pietra topografica”, riporta incise una serie di canalini e di piccole coppelle. Gli archeologi, dopo lunghi studi, ipotizzando che le linee indicavano i tracciati dei ouadi, mentre le piccole coppelle le capanne dei villaggi. Tra le ipotesi esaminate, era che la mappa rappresentasse in realtà una specie di promemoria per controllare la riscossione dei tributi ai nomadi per sfuggire alle razzie e godere di sicurezza e protezione. Nelle coppelle venivano probabilmente poste pietre o segni per indicare se la riscossione fosse avvenuta o meno. Praticamente la nascita di Equitalia!! Cenone di capodanno e bivacco sotto le stelle!

01 gennaio: Descrivere a parole le meraviglie del Wadi Rum è impresa difficile. Iniziamo dal sito di Khazali, con alcuni stupendi graffiti preistorici al suo interno, per passare poi da Ayn Abuaynah, la “sorgente di Lawrence”. Raggiungeremo a piedi il Tempio Nabateo alle spalle della sorgente, costruito dalla tribù di Ad e dedicato alla dea Allat, ricostruito dai Nabatei nel I secolo a.C. e in uso fino al III secolo, con l’avvento di altre popolazioni. Accanto al tempio i Nabatei costruirono anche un complesso articolato in varie stanze e affiancato da una struttura che lascia supporre l’esistenza di un sistema di canalizzazioni. Punteremo poi le famose dune rosse (chiamate rimal) e i resti di una vecchia fortezza, il palazzo di Lawrence d’Arabia, dove respireremo il fascino irresistibile delle sue imprese. E in uno dei più bei e indimenticabili tramonti allestiremo il nostro bivacco sabbioso.

02 gennaio: Giornata interamente dedicata a Petra. Questa meraviglia, Patrimonio Unesco, ci accoglierà nella sua unicità. Percorreremo il lungo canalone del Siq a testa in su, per non perdere nessuna delle sue sfumature, e ci faremo stupire alla vista, improvvisa e indimenticabile, della maestosa facciata del Tesoro. Cena e pernottamento in Campeggio.

03 gennaio: Cominceremo a risalire e punteremo le dune dell’Arava Desert. Nel pomeriggio ci dirigeremo verso una zona di meravigliosi canyon presso Wadi Hasa. Raggiungeremo quindi le rive del Mar Morto. Cena e pernottamento in Campeggio.

04 gennaio: Punteremo le alture del Moab per arrivare alla città di Madaba, uno dei luoghi più memorabili della Terra Santa. Edificata sull'antico sito biblico di Medba, la città sorge sulla “Via dei Re”, una strada costruita cinquemila anni fa, a quasi 730 m s.l.m. Visiteremo in loco la Chiesa greco-ortodossa di San Giorgio per vedere una grande mappa-mosaico bizantina del VI Secolo, rinvenuta casualmente con lavori di scavo. Una delle più antiche al mondo!  Cercheremo poi di salire sulla sommità del Monte Nebo dove dalla sua sommità, nei pressi del villaggio di Faysaliyya potremo godere del panorama della Terra Santa e della valle del Giordano. Vedremo da lontano anche la città Cisgiordanica di Gerico e Gerusalemme se sarà una giornata nitida. Arriveremo nel tardo pomeriggio/sera ad Amman, la Capitale di Giordania. Cena libera e pernottamento in hotel.

05 gennaio: Amman, in mattinata visita della città. Ripartiremo quindi verso Jerash, importante sito archeologico e una delle più grandi testimonianze dell’Impero Romano nel Medio Oriente. Rientreremo oggi in Israele e andremo a pernottare sulle rive del Mare di Galilea.

06 gennaio: Punteremo decisi verso il porto di Haifa, e il cartello Nazareth lungo il percorso ci farà indubbiamente venire qualche brivido, per ricaricare le auto. Trasferimento in Aeroporto per il volo di rientro.

QUOTE INDIVIDUALI DI PARTECIPAZIONE (sulla base di 12 equipaggi iscritti – 24 pax):

Conducente + auto propria € 1680,00

Passeggeri auto propria € 1180,00

Passeggeri fino a 14 anni € 880,00

Passeggeri veicoli Organizzazione € 1880,00

Supplemento singola in hotel € 120,00

ALTRI COSTI SPEDIZIONE VEICOLI:

Se si viaggia con la vettura:

Traghetto persona – in cabina interna doppia € 500,00

Traghetto persona – in cabina esterna doppia € 650,00

Traghetto veicolo – auto fino a h 1,90 lunghezza entro 5 mt € 395,00

Traghetto veicolo – auto superiore a h 1,90 e oltre i 5 mt € 490,00

Traghetto fino a 8,60 m di lunghezza, altezza 3,40 m, larghezza 2,40 m € 650,00

Se si spedisce la vettura:

Traghetto veicolo – auto fino a h 1,90 € 880,00

Traghetto veicolo – auto superiore a h 1,90 € 980,00

Traghetto “camion” € 2.200,00

VOLO: Il volo sarà quotato esattamente al momento della prenotazione, e potrà essere anche gestito autonomamente dal singolo partecipante – al momento della pubblicazione del presente programma i voli da Milano e Roma su Tel Aviv costano attorno ai 300 Euro.

 

LA QUOTA COMPRENDE:

  • Tutte le notti in hotel, in camera doppia in b&b, dove previsti nel programma
  • Tutti i campeggi previsti nel programma
  • Tutte le cene previste nel programma
  • Pasti caldi serali e colazione. Per i soli passeggeri veicoli organizzazione sono compresi anche i pasti di mezzogiorno, dove previsti a bivacco.
  • La cucina Desartica fornirà: COLAZIONE con the, caffè, biscotti, marmellata, Nutella, miele; CENA un piatto caldo (in genere una bella pastasciutta) e qualche verdura… e il dolce! Pertanto gli equipaggi dei veicoli 4x4 si dovranno organizzare in maniera autonoma per lo spuntino di mezzogiorno!
  • Tavoli, sedie, piatti, bicchieri e posate per i soli passeggeri veicoli organizzazione
  • Accompagnatori italiani al seguito.
  • Guide locali laddove necessarie
  • Veicolo 4x4 assistenza
  • Utilizzo completamente gratuito del telefono satellitare in caso di emergenza
  • Assicurazione furto bagagli/sanitaria
  • Assistenza tecnica (manutenzioni straordinarie e riparazioni impreviste, compatibilmente con il tempo, la gravità del guasto ed i ricambi a disposizione) e logistica per tutto il corso del viaggio con insegnamento delle nozioni di basilari di orientamento e navigazione con uso di bussola e satellitare.
  • Inviti per procedure richiesta di visto
  • Visto Israele
  • Visto Giordania
  • Fee ingressi a Petra – Wadi Rum e altri siti compresi nel Jordan Pass
  • Trasferimento da Aeroporto di Tel Avi a porto di Haifa se scelta volo compatibile con tutti i partecipanti

 

LE QUOTE NON COMPRENDONO: Tutto quanto non espressamente indicato nei precedenti paragrafi ed in particolare:

  • Carburante proprio mezzo
  • Pedaggi vari
  • Pasti a bordo della nave
  • Tutti i tipi di bevande
  • Tavoli, sedie, piatti, bicchieri e posate per i veicoli 4x4 NON saranno forniti
  • Manutenzione ordinaria dei Vs. veicoli, anche se ci sarà sempre chi vi insegnerà come fare
  • Carta verde obbligatoria – in mancanza si stipula in frontiera
  • Cene del 25 dicembre e del 04 gennaio – decideremo nel corso della giornata cosa e dove mangiare, anche in funzione della visita delle Città
  • Eventuali biglietti ingresso a Musei e siti non compresi nel Jordan Pass
  • Trasferimento da Aeroporto di Tel Avi a porto di Haifa se scelta volo incompatibile con tutti i partecipanti

 

Prima di prenotare ricorda di consultare le CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO e COME VIAGGIAMO

ISTRUZIONI PER PRENOTARE

 

Organizzazione tecnica a cura di Desartica S.R.L.,

P.IVA: 08221570966

Autorizzazione nr. 45122 del 24 febbraio 2015 rilasciata dalla Provincia di Milano

Assicurazione responsabilità civile: ALLIANZ Polizza n. 195118

Segreteria organizzativa: Tel. (+39) 345 4128701

Informazioni tecniche: Tel. (+39) 393 9753329 EUGENIO

e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

VIAGGI 4X4, VIAGGI FUORISTRADA, VIAGGI FUORISTRADA 4X4, VIAGGI AVVENTURA, VIAGGI AVVENTURA FUORISTRADA, VIAGGI AVVENTURA 4X4, ISRAELE 4X4, ISRAELE FUORISTRADA, VIAGGI 4X4 ISRAELE, VIAGGI FUORISTRADA ISRAELE, VIAGGI AVVENTURA ISRAELE, GIORDANIA 4X4, GIORDANIA FUORISTRADA, VIAGGI 4X4 GIORDANIA, VIAGGI FUORISTRADA GIORDANIA, VIAGGI AVVENTURA GIORDANIA, VIAGGI OFFROAD, OFFROAD TRAVEL, VIAGGI AVVENTURA OFFROAD, ISRAELE OFFROAD, GIORDANIA OFFROAD

Informazioni aggiuntive

  • Scegli il mezzo: 4X4
  • Scegli la destinazione: Giordania, Israele
  • Scegli il periodo: DICEMBRE 2017
Letto 1302 volte